Copyright
I contenuti di questo sito sono soggetti a copyright.
Leggi le note legali

Festeggiamenti del “U Signuruzzu du lacu”

apr 25

Scritto da:
25/04/2008  RssIcon

Da lunedì 28 aprile a domenica 4 maggio 2008 si effettueranno al villaggio Pergusa i festeggiamenti del “U Signuruzzu du lacu”.
Era ormai dagli anni ottanta, da quando il Lago si era quasi del tutto prosciugato, che il fercolo del S.S. Crocifisso non entrava più dentro le acque del Lago. La festa ha ripreso le vecchie tradizioni dal 2004, da quando il livello delle acque ne permette di nuovo la navigazione. Il Programma dei festeggiamenti, messo a punto dai Confrati della confraternita SS Crocifisso con il rettore Santo Maddalena e Padre Giulio, è molto ricco e tra le tante attività previste ci saranno: il sabato 3 maggio alle ore 10,00 una visita guidata alla Riserva Naturale Speciale del Lago di Pergusa con le scuole e i cittadini che saranno accompagnati dalla dott.ssa Rosa Termine, biologo dell’Università di Enna Kore, con l’intento di unire natura e tradizione al fine di valorizzare la Riserva stessa. Dalle ore 15,00 presso il campo sportivo di Pergusa ci saranno diverse attività tra cui gincana equestre, giochi popolari, etc.. A conclusione del sabato nella piazza antistante la Chiesa ci sarà una salsicciata e una serata danzante. La domenica mattina alle ore 11,00 verrà celebrata la Santa Messa, mentre alle ore 18,00 inizierà la processione per le vie del Villaggio e l’ingresso del Crocifisso dentro le acque, con l’appoggio dei Vigili del fuoco, della Provincia Regionale e dell’Università Kore che metteranno a disposizione i loro mezzi per l’attività in acqua. I festeggiamenti si concluderanno a sera con giochi pirotecnici e spettacolo musicale in Piazza.
Questa festa ebbe inizio nel 1937 per iniziativa degli abitanti del villaggio Pergusa; allora fu istituita una Commissione, i cui membri si occuparono dell’organizzazione della festa e pertanto andavano casa per casa chiedendo delle donazioni consistenti in frumento, fave, agnelli, galline, uova e altro, per la realizzazione della festa; questi beni venivano venduti per ricavarne del denaro utilizzato per i premi da consegnare ai vincitori di giochi e gare che si svolgevano durante la festa. Una piccola parte dei beni veniva conservata per addobbare l’antinna (un palo cosparso di cera alla cui cima venivano messi i premi che i partecipanti al gioco dovevano raggiungere arrampicandovisi). La sera prima della festa dei gruppi folcloristici locali si esibivano in spettacoli.
In origine, si festeggiavano nostro Signore (Invenzione della Croce) e la Madonna degli Angeli, celebrando la Messa nelle due distinte Chiesette campestri. Infatti, al termine dei giochi, partiva la processione del Crocifisso: la croce, realizzata da qualche artigiano del posto ed addobbata per l’occasione con fiori di violaciocca (valicu), veniva portata a spalla da alcuni abitanti di Pergusa dalla chiesa del Villaggio, attraverso la via Nazionale (ora via dei Miti), fino alla Chiesa Madonna degli Angeli (vicino l’attuale Villaggio del Fanciullo), oggi diroccata e sconsacrata, dove si celebrava la Messa ed avveniva la benedizione degli abitanti del villaggio ed infine si tornava alla Chiesa del SS. Crocifisso.
Dopo qualche anno, il tragitto della processione fu modificato; infatti, la meta non fu più la Chiesa Degli Angeli, ormai abbandonata, ma le rive del Lago da dove il Crocifisso veniva trasportato dai Confrati del S.S.Crocifisso, tramite una barca, al centro del Lago per la benedizione. Dal 1958 erano i Vigili del Fuoco di Enna che mettevano a disposizione la barca per permettere la benedizione delle acque.

Tags:
Categorie:
Posizione: Blogs Parent Separator riserve news
dummy